Milano Prospekt 1 è una web tv in lingua italiana che trasmette direttamente da San Pietroburgo (Russia)
Sabato,
21 Luglio, 2018
San Pietroburgo
San Pietroburgo Milano
°
DAILY NEWS FROM RUSSIA
6m 40s 792
16 Marzo 2017
La rassegna stampa giornaliera con le principali notizie dalla Russia e Paesi CSI, Paesi Baltici, Ucraina e Georgia.
POLITICA E PALAZZO
BANKINFORM.RU
Conoscere Eurasia a Napoli, Fallico: nel 2017 crescita dell’export italiano in Russia
Ha aperto nella giornata di ieri a Napoli il terzo seminario italo-russo sulla cooperazione economica bilaterale tra Mosca e Roma, che come per i precedenti incontri di Milano e Genova ha concentrato la propria attenzione su questioni relative all’innovazione nella produzione industriale, nell’agricoltura, nell’avvio di nuove start-up, nel turismo e naturalmente nella moda. Come ha infatti riferito in apertura del congresso Antonio Fallico, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Banca Intesa Russia e di Conoscere Eurasia, le esportazioni italiane in Russia sono destinate a crescere nel corso dell’anno, soprattutto nel Meridione, dove il turismo la fa da padrone in termini di scambi con la Federazione Russa. L’evento, organizzato in collaborazione con Roskongress ed il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, ha visto la presenza anche del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, e dell’Ambasciatore russo in Italia, Sergei Razov. Durante la manifestazione, Conoscere Eurasia ha reso noti gli ultimi dati Istat sull’interscambio commerciale tra la Russia e la Campania nel 2016, denotando un aumento dell’export per la sola città di Napoli fino ad un 10,7%, ed una crescita più contenuta invece per quanto riguarda l’intera regione, che avrebbe registrato un guadagno dell’1,5% rispetto al 2015. Di segno opposto invece le importazioni dalla Russia nella regione, che hanno segnato un meno 44%, soprattutto a causa del calo della domanda nel comparto siderurgico, mentre ha registrato risultati più che incoraggianti l’export campano di tessile e abbigliamento, che archivia il 2016 con un +26% verso la Russia. Napoli, grazie alle impennate di tessile e abbigliamento nell’interscambio Russia-Italia, va quindi a rappresentare una quota di mercato del 62,5% delle esportazioni in Russia dell’intera regione. A sua volta la Campania si conferma caposaldo nel Meridione dei rapporti commerciali con Mosca, con quasi il 29,2% di tutto il Sud. Per il 2017 i risultati sembrerebbero essere ancora più ottimistici: secondo i dati preliminari condotti nel 2017, l’export italiano in Russia sarebbe già aumentato del 39,4% rispetto all’anno scorso.
https://bankinform.ru/news/SingleNews.aspx?newsid=85645
ZOOM UCRAINA
GAZETA.RU
Kiev ha intrapreso un blocco commerciale con i territori del Donbass
Il governo ucraino ha approvato mercoledì scorso una risoluzione che vieta qualsiasi tipo di rapporti commerciali con i territori dell’Ucraina orientale controllati dai separatisti filo-russi. La sospensione dei rapporti commerciali, che esclude i trasferimenti di beni che rientrano nel programma di aiuti umanitari indirizzati agli abitanti del Donbass, è una misura che il leader ucraino era stato in passato riluttante a prendere, nel timore che una decisione di questo tipo potesse essere interpretata come un riconoscimento implicito dell’indipendenza dei territori separatisti. Come riportano i media russi, che citano tra le prime agenzie di stampa internazionali ad aver comunicato la notizia anche BBC, sembra che Poroshenko abbia infatti alla fine ceduto alle pressioni dei nazionalisti ucraini, che dall’inizio della guerra chiedono alle autorità locali di essere molto più risoluti nei confronti dei secessionisti di Lugansk e Donetsk. Pare infatti che siano stati proprio alcuni gruppi di nazionalisti, nel fine settimana, a bloccare alcuni camion provenienti dall’est-ucraino con l’obiettivo di colpire l’economia dei territori separatisti, arrecando dunque un nuovo duro colpo agli accordi di Minsk, la cui risoluzione sembra ancora più lontana. Poroshenko ha nel frattempo negato alla stampa di aver riconosciuto come indipendenti questi territori, dimostrando inoltre di non voler cedere del tutto alle pressioni dei nazionalisti attraverso alcuni raid mirati a colpirne alcuni luoghi di ritrovo. Intanto, il rappresentante della delegazione UE in Ucraina, Hugh Mingarelli, ha annunciato che sono in corso a Bruxelles studi sulla questione in attesa che il governo ucraino dia maggiori informazioni sulla risoluzione adottata.
https://www.gazeta.ru/politics/2017/03/15_a_10576985.shtml
ECONOMIA E LOBBY
INTERFAX.RU
Continua la crescita del dollaro sul rublo anche se il petrolio comincia a recuperare
Continua con qualche intoppo la crescita delle valute occidentali sulla moneta russa, ancora in ribasso questa settimana alla Borsa di Mosca a causa della decisione di ieri della Federal Reserve americana di alzare i tassi di interessi. Come riferisce Interfax, nel corso delle prime operazioni di scambio il dollaro ha infatti aperto con un leggero aumento dello 0,03% rispetto a ieri, attestandosi 69 centesimi al di sotto del tasso ufficiale della Banca Centrale russa, ovvero attorno ai 58,9 rubli. Segue in crescita anche l’euro, che aumentando di quasi 0,1 punti percentuali si è portato questa mattina attorno ai 62,6 rubli, 16 centesimi al di sotto del tasso ufficiale della Banca di Russia. Gli analisti sostengono che la crescita del rublo sia da collegare alla reazione sperimentata dai mercati in seguito alla decisione della Fed di aumentare di 0,25 punti percentuali i tassi di interesse USA, che in questo modo sono stati portati sul range dello 0,75-1% annuo. Avrebbe tuttavia giocato a favore del rublo l’aumento dei prezzi registrato dal petrolio dopo l’annunciata riduzione delle scorte di petrolio settimanali degli Stati Uniti, che scese di 237 mila barili hanno portato il Brent a registrare questa mattina all’ICE di Londra una crescita dello 0,60% fino a 52,17 dollari al barile.
http://www.interfax.ru/business/553838
ECONOMIA E LOBBY
RNS.ONLINE
Il CNBC Global CFO Council porta a «stabile» lo stato economico della Russia nel I trimestre
Dopo l’annuncio da parte della Higher School of Economics di Mosca di un probabile miglioramento dell’economia russa nel corso del 2017 fino ad un +2% entro la fine dell’anno, anche il CNBC Global CFO Council si è aggiunto alla lista delle istituzioni finanziare ad aggiustare al rialzo le aspettative di crescita per l’economia russa durante l’anno in corso. Come riferisce RNS, il consiglio dei maggiori esponenti della finanza patrocinato da CNBC in collaborazione con NBC e Dow Jones ha infatti portato il rating sull’economia russa nel I trimestre del 2017 da un livello «in deterioramento», assegnatole nel corso degli ultimi mesi, a «stabile», soprattutto in relazione ad un miglioramento delle pressioni inflazionistiche sulla valuta nazionale, il rublo. Il CFO Council della CNBC si allinea dunque a quanto espresso anche dall’agenzia di rating statunitense Moody’s lo scorso febbraio, quando le aspettative di crescita del credito sovrano della Russia erano state portate ad un livello Ba1 con outlook «stabile» dopo mesi in cui Mosca verteva in territorio «negativo».
https://rns.online/economy/Uchastniki-CNBC-Global-CFO-Council-uluchshili-otsenku-situatsii-v-ekonomike-RF-do-stabilnoi-2017-03-16/
COSTUME E SOCIETA`
ATORUS.RU
ENIT al MITT di Mosca annuncia una crescita del 5,3% del turismo russo in Italia
Ha aperto nei giorni scorsi la 24esima edizioni della MITT, la Fiera sul turismo più importante della Russia, in programma fino dal 14 al 16 marzo all’Expocenter di Mosca. La manifestazione, che ha visto la partecipazione di oltre 2.000 operatori del settore provenienti da tutto il mondo, ha visto uno stand speciale organizzato dall’Agenzia Nazionale del Turismo italiano, l’ENIT, alla presenza del Sottosegretario al Turismo Dorina Bianchi, dell'Ambasciatore d'Italia a Mosca Cesare Maria Ragaglini, e del Console Generale d'Italia a Mosca Piergabriele Papadia. Come ha riferito il Direttore Esecutivo dell’ENIT, Giovanni Bastianelli, l’Italia non rappresenta solo la prima meta fra i Paesi Schengen in termini di visitatori extraeuropei, ma avrebbe registrato nel corso del 2016 ampi miglioramenti proprio da parte dei viaggiatori russi, che avendo visitato in 876 mila il Bel Paese, hanno segnato un aumento del 5,3% rispetto al 2015. A gennaio 2017 i Consolati Generali italiani a Mosca e a San Pietroburgo hanno registrato un incremento dei visti rilasciati del 73% in più rispetto all'analogo periodo del 2016. Stando alle stime Istat, la Federazione Russa rappresenterebbe infatti il mercato d’origine con la più alta permanenza in Italia fra i Paesi extraeuropei, nonché quinto Paese per spesa media giornaliera (167 euro circa, contro i 113 € spese in media al giorno da un turista straniero in vacanza in Italia). Fra gli stranieri che visitano l’Italia, il turista russo è poi il più soddisfatto, soprattutto grazie alle bellezze artistiche e culturali e agli usi e costumi della tradizione italiana. Tra le regioni, il turista russo preferisce Veneto, Emilia Romagna, Lombardia, Lazio e Toscana, e si prevedono per l’anno prossimo i primi segnali di ripresa dopo il rallentamento degli ultimi anni, con una crescita del flusso turistico russo attesa attorno al 2,9% per l’Italia e al 6,9% per l’Europa.
http://www.atorus.ru/news/press-centre/new/38528.html
IN CARTELLONE
PROFASHION.ASIA
Il Kazakistan incontra il Made in Italy
Sono 10 i marchi di abbigliamento e accessori donna e uomo ad aver presentato le proprie collezioni per l’Autunno Inverno 2017/18 all’Expocentre Atakent nella città kazaka Almaty, dove EMI è tornata anche quest’anno per l’undicesima volta in occasione della 19esima edizione di «Central Asia Fashion». La fiera, che si è svolta dal 12 al 14 marzo nel cuore finanziario del Kazakistan, ha visto tra i brand italiani partecipanti Blukey, Carla Vi by Grigiombra, Kitana, Le Fate, Manuela Conti, Marilù, Montaliani, Rinascimento, Rodrigo e Vizio. «Central Asia Fashion è diventato un punto di riferimento per la nostra offerta fieristica destinata all’area caucasica e dell’Asia Centrale», ha dichiarato a «Fashion Network» a margine dell’evento Claudio Marenzi, Presidente di EMI - Ente Moda Italia. «La performance del commercio italiano verso il Kazakistan ci ha infatti permesso di registrare risultati interessanti l’anno scorso, dandoci la possibilità di iniziare nuovi contatti con operatori della moda provenienti da altri Stati vicini come il Tagikistan, il Turkmenistan e l’Uzbekistan». Central Asia Fashion ha vinto l’anno scorso il premio come «miglior evento dell’anno» alla CPM di Mosca.
http://profashion.ru/news/164078/
FASHION WEEK
KOMMERSANT
In scena a Mosca una nuova edizione della Mercedes-Benz Fashion Week Russia
Continua con grande furore la nuova edizione della Settimana della Moda più importante della capitale russa, la Mercedes-Benz Fashion Week Russia, che ha aperto i battenti lo scorso 12 marzo presso il Manege di Mosca. L’evento, organizzato dal Russian Fashion Council, si concluderà venerdì 17 marzo dopo aver esposto sulla sua passerella oltre 50 designer provenienti non solo dalla Russia, ma anche da Ucraina, Georgia, Bielorussia, Kazakistan ed Europa. Continua anche il tradizionale appuntamento con il ciclo di seminari e conferenze «Fashion Futurum», in agenda il 16 e il 17 marzo dove porterà sul tavolo delle discussioni il tema: «Disruption (of the fashion system): new requirements for the new fashion order». Tra gli ospiti illustri che «Fashion Futurum» ha vantato nel corso delle sue ultime edizioni ricordiamo Carlo Capasa, a capo della Camera Nazionale della Moda italiana, e Mario Boselli, Presidente Onorario della Camera della Moda italiana. Tra i designer che prenderanno parte alle kermesse ricordiamo alcuni tra i più famosi come Alena Akhmadullina, Viva Vox, Yasya Minochkina, Dasha Gauser, Igor Gulyaev, Dimaneu, Saint-Tokyo e Slava Zaitsev.
http://www.kommersant.ru/doc/3240758
MP1 MODA
FASHIONNETWORK.COM
In crescita del 74% le vendite di Furla in Russia
La casa di moda italiana specializzata nella produzione di accessori in pelle, Furla, ha archiviato l’anno fiscale 2016 con risultati oltre le attese. Come ha riferito una nota emessa dalla società, durante questo periodo il fatturato dell’azienda bolognese di pelletteria avrebbe infatti registrato un aumento del 24,5%, pari a 422 milioni di euro. Segue una crescita a doppie cifre anche per l’EBIDTA, il cui indicatore segna un +48% rispetto all’esercizio precedente. Circa il 20% del fatturato dell’azienda rientrerebbe in Italia, seguita dal Giappone, con una quota del 24% sulle vendite del marchio. In crescita anche gli Stati Uniti, che ha l’8% del volume totale di vendite segnate dal marchio. Per quanto riguarda il mercato russo, nel 2016 le vendite di Furla sarebbero aumentate di uno straordinario 74,3%, per un totale di 14 negozi operativi nel Paese: 10 di queste sono boutique, 4 sono outlet. Un contributo significativo allo sviluppo del business del gruppo in Russia sarebbe stato apportato dal lancio del negozio online dell’azienda bolognese, che rappresenta il primo monomarca nel suo formato elettronico con piena localizzazione all’interno della Russia.
http://ru.fashionnetwork.com/news/Prodazhi-Furla-v-Rossii-vyrosli-na-74-3-,803540.html#.WMf7l0KzTVo
MP1 MODA
FASHIONUNITED.RU
Massimo Dutti apre un nuovo flagship store al Kuznetsky Most
Nuova grande apertura per Massimo Dutti, che per il suo opening di Mosca ha fatto le cose in grande e ha scelto il cuore di Mosca come nuova location, nella celebre via dello shopping del Kuznetsky Most. A pochi passi dalla Petrovka e dalle altre principali arterie della moda della capitale, il nuovo flagship store del marchio spagnolo parte del gruppo Inditex si estende su una superficie di oltre 1.000 metri quadrati racchiudendo nei suoi spazi tradizione e novità, con le sue classiche linee di abbinamento, calzature e accessori del marchio insieme ad alcune edizioni limitate che saranno esposte per la prima volta in Russia in occasione dell’apertura. Sarà presente nello store anche l’esclusivo servizio di Personal Tailoring pensato per la realizzazione di abiti su misura, camicie e capispalla.
https://fashionunited.ru/novostee/reetyeil/massimo-dutti-otkryl-flagmanskij-magazin-na-kuznetskom-mostu/2017031617610
MP1 MODA
LADYGENTLEMAN.COM
Twin-Set Simona Barbieri, un nuovo corner moscovita all’Aviapark
Nuove aperture per l’Aviapark di Mosca, che negli ultimi giorni di febbraio ha annunciato l’apertura di due nuovi corner di brand di fama internazionale. Si tratta dell’italiana Twin-Set Simona Barbieri, seguita da Laurel, gruppo tedesco specializzato nella produzione di abbigliamento donna. Il corner del marchio italiano fondato a Carpi nel 1987, avvenuta in partnership con Lady&Gentleman City, rappresenta la settima apertura per Twin-Set a Mosca, dopo i suoi punti vendita nei grandi magazzini GUM, Metropolis, Evropeisky, Vnukovo Outlet Village e nell’outlet village Belaya Dacha. In Russia l’azienda è presente in altre sei città (Ekaterinburg, Kaliningrad, Krasnodar, Novosibirsk, Nizhny Novgorod e Saratov) con un totale di 12 negozi sul territorio.
http://www.ladygentleman.com/publications/5858/
RASSEGNA STAMPA
RASSEGNA STAMPA
RASSEGNA STAMPA
RASSEGNA STAMPA
RASSEGNA STAMPA
RASSEGNA STAMPA
RASSEGNA STAMPA
RASSEGNA STAMPA
RASSEGNA STAMPA
RASSEGNA STAMPA
RASSEGNA STAMPA